giovedì 7 gennaio 2016

Come misurare la velocità effettiva del tapis roulant

Da parecchio tempo avevo dubbi sull'effettiva corrispondenza tra velocità indicata dal mio tapis roulant e velocità effettiva.
Non sapendo allora come fare a misurare artigianalmente la velocità effettiva del nastro, un anno fa avevo fatto complessi calcoli incrociando frequenze cardiache e sensazioni di fatica a diverse velocità, paragonandole ai dati e alle sensazioni della corsa su strada (ne avevo parlato qua: http://da0a42.blogspot.com/2014/11/finalmente-ho-trovato-la-corrispondenza.html).

Oggi mi sono deciso a misurare precisamente questa velocità, e sono andato sulla rete alla ricerca di spunti e informazioni.
Ecco il procedimento che ho utilizzato:

1) Misurazione lunghezza nastro
Per effettuare la misurazione reale del nastro ho utilizzato del nastro isolante colorato. Ho contrassegnato un punto ad un'estremità del tappeto e un punto all'altra estremità, numerandoli entrambi. Ho poi misurato la distanza tra i due segni, includendo anche uno dei due nastri isolanti.
Facendo scorrere il nastro indietro ho portato sotto il primo segno, posizionato il secondo al suo posto, e inserito un terzo contrassegno all'altra estremità, e ho misurato di nuovo la distanza, sempre includendo uno dei due nastri.

Infine ho spinto ancora il nastro del tappeto all'indietro fino a far comparire di nuovo il primo contrassegno, misurando la distanza tra il terzo e il primo, questa volta includendo il primo dei tre nastri isolanti.

Facendo la somma ho trovato così la lunghezza totale.
Nel mio caso 299,2 centimetri

2) Calcolo della velocità
Per la velocità effettiva è necessario effettuare la misurazione alla velocità media alla quale si corre.
Ho voluto anche effettuare un doppio calcolo:
      a) a nastro libero
      b) mentre corro
Ho in effetti letto che il peso e la falcata del corridore possono rallentare la velocità del nastro, anche se non ce ne accorgiamo. Probabilmente soprattutto se la tensione del nastro non è ottimale.
E in effetti così è stato.

Ecco come ho fatto:

1) Preparazione: ho tolto due dei tre contrassegni e ne ho lasciato solo uno.
2) Conteggio: alla velocità di 12kmh e con un cronometro (del telefono) ho misurato il tempo necessario per effettuare 100 giri del nastro del tapis roulant, contando ogni volta che il contrassegno bianco compariva.
3) Calcolo tempo: Ho trasformato in secondi il tempo ottenuto (es. 1'32'':49 fanno 92,49 secondi), ho diviso poi per 60 per ottenere i minuti e ancora per sessanta per ottenere la frazione di ora (sempre con l'esempio precedente, 92,49 secondi fanno 1,5415 minuti cioè 0,0257 ore, con un arrotondamento al quarto decimale)
4) Calcolo distanza: ho moltiplicato la lunghezza in metri del nastro del tappeto, (nel mio caso 2,992m) per 100 rotazioni e poi ho diviso per 1000, in modo da ottenere la distanza percorsa in chilometri (2,992x100/1000 = 0,2992 km)
5) Calcolo velocità in km/h: 0,2992 / 0,0257 cioè 11,642 km/h
La differenza tra la velocità effettiva del mio tappeto (11,642kmh) e quella indicata (12kmh) è quindi di circa il 3% se il nastro viene lasciato scorrere da solo.

Ho effettuato anche una seconda misurazione, questa volta mentre correvo sul nastro.
Il risultato è stato molto diverso: 10,218kmh. L'errore rispetto alla velocità indicata è quindi quasi del 15%!

Naturalmente queste differenze riguardano solo me, il mio tappeto e il suo stato attuale. Potrebbero differire anche con una maggiore lubrificazione del nastro o una sua diversa tensione (ho la sensazione che sia poco teso e forse questo influisce), e dipendono naturalmente dal peso del corridore, dal suo tipo di falcata, dal tappeto e dalla velocità e inclinazione alla quale si effettuano i calcoli.



Nessun commento:

Posta un commento

Note al volo

27.01.17 4x1000 rec 2'15'' 4'47''
04.01.17 medio 5'26''
strada/tapis= x^1,07
Factor foot pod: 101.3%-0.979